Telecamere fisse e PTZ

Nella scelta di una telecamera per videosorveglianza uno degli aspetti cruciali da tenere in considerazione è il tipo di lenti. A seconda dell’impiego a cui è destinata la telecamera si può scegliere tra le seguenti tipologie di lenti: fisse, varifocal e PTZ.

Lenti fisse

Le telecamere dotate di lenti fisse hanno un’ottica fissata dal costruttore, tipicamente con una lunghezza focale di 3.6mm che garantisce un’ampio campo di visione (simile a quello dell’occhio umano).

Varifocal

Consentono di regolare la lunghezza focale delle lenti permettendo di effettuare uno zoom per ingrandire un’area di interesse. La regolazione viene effettuata manualmente in fase di installazione, tipicamente mediante due viti poste sotto l’obbiettivo della telecamera, e rimane fissa sino ad un successivo intervento.

Nella figura in basso viene mostrato come il campo dell’immagine ripresa della telecamera vari al variare della lunghezza focale. Si passa da una visione ampia (per basse lunghezze focali) ad una di dettaglio (per alte lunghezze focali).

 

PTZ (Pan, Tilt, Zoom)

Una telecamera PTZ può muovere l’obiettivo in orizzontale (pan), verticale (tilt) ed effettuare lo zoom su un’area da remoto. Le telecamere PTZ sono le più versatili poiché permettono di cambiare il punto di ripresa da una postazione di controllo remota senza dover agire manualmente nel luogo di installazione, permettendo inoltre (nei modelli più evoluti) di configurare una traiettoria prestabilita con relativi ingrandimenti che la telecamera può seguire in modo del tutto automantico (tour o pattern). I modelli di fascia alta, inoltre, effettuano l’autotracking che permette alla telecamera di seguire in automatico un oggetto o una persona.

Le PTZ hanno un costo maggiore rispetto a quelle fisse e non sempre l’impianto che bisogna realizzare ne giustifica l’impiego. In alternativa possono essere acquistate telecamere motorizzate che effettuano solo il movimento orizzontale e verticale ma non permettono di eseguire lo zoom.

Controllo delle telecamere PTZ

Il controllo del movimento e dello zoom può avvenire in diversi modi a secondi che si tratti di una telecamera analogica o digitale:

Per le telecamere analogiche tipicamente si utilizza il bus RS485 mediante il quale le telecamere vengono controllare dal DVR o da un apposito controller (joistick), ciò richiede l’installazione di altri due cavi di collegamento tra le telecamere ed il dispositivo di controllo.

Per le telecamere digitali si utilizza il web server della telecamera, la relativa App sul cellulare o un NVR.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *